Ultimi messaggi

Spazio, Samantha non sarà più comandante della Iss

Samantha Cristoforetti non sarà più comandante della Stazione Spaziale Internazionale. L’Agenzia Spaziale Europea ha annunciato di avere rivisto il piano di volo della missione che vedeva l’astronauta italiana dell’Esa Samantha Cristoforetti diventare comandante della Iss ma alla nostra astronauta dei record è stato comunque assegnato il ruolo di leader dell’Equipaggio 4 (Dragon Crew 4) e Samantha sarà alla guida anche del segmento orbitale degli Stati Uniti (Usos) che “comprende i moduli e i componenti della Stazione Spaziale statunitensi, europei, giapponesi e canadesi”. In uno statement sul suo sito istituzionale, l’Esa ha ricordato che “nel maggio 2021 era stato annunciato che l’astronauta dell’Esa e specialista della missione Dragon Crew-4 Samantha Cristoforetti sarebbe stata comandante della Spedizione 68a della Stazione Spaziale Internazionale (Iss)” ma “come parte della normale programmazione dei veicoli, il programma di volo della Stazione Spaziale è stato recentemente aggiornato adeguando la prossima rotazione dell’equipaggio per Crew-4 e Crew-5”. Una rotazione, ha spiegato l’Esa, che comporta “una missione più breve per Crew-4”, dunque, “La Spedizione Iss 68a avrà luogo dopo la partenza di Samantha dalla Stazione”.

“Per tutto il suo tempo a bordo, Samantha avrà il ruolo di guida del segmento orbitale degli Stati Uniti (Usos), che comprende i moduli e i componenti della Stazione Spaziale statunitensi, europei, giapponesi e canadesi”. “Sebbene questo significhi che Samantha non sarà più il comandante della Stazione Spaziale Internazionale, il Gruppo la sostiene come leader”
e comunque

Cristoforetti “continuerà a essere completamente addestrata per la posizione di comandante ed è stato concordato che, se il programma dovesse tornare a quello iniziale, entrerebbe in questo ruolo” ha spiegato il responsabile del Centro Europeo Astronauti, Frank De Winne.

“Come membri dell’equipaggio, siamo pronti a contribuire secondo necessità. Sono onorata di servire come capo dell’Usos e questo ruolo include la maggior parte dei doveri che avrei avuto come comandante, ma riconosco anche che molte persone in Europa, soprattutto donne, sono state ispirate dalla prospettiva di avere la prima donna europea comandante della Iss” ha commentato l’astronauta italiana dell’Esa Samantha Cristoforetti. “Mi dispiace che ciò non accada sul mio volo, ma – ha aggiunto ancora Cristoforetti- stiamo selezionando una nuova classe di astronauti e sono fiduciosa che questa classe includerà donne altamente competenti e motivate che saranno pronte, in un futuro, per ricoprire ruoli di leadership”.

Da non perdere