Ultimi messaggi

Sassoli, deluso da risposta Ue su rifugiati da Afghanistan – Europa

Sassoli, deluso da risposta Ue su rifugiati da Afghanistan © ANSA/EPA

BRUXELLES – “Siamo rimasti molto delusi dalle conclusioni del Consiglio Affari interni di ieri. Abbiamo visto Paesi fuori dall’Unione europea farsi avanti per offrire accoglienza ai richiedenti asilo afghani, ma non abbiamo visto un solo Paese membro fare altrettanto”. Cosi il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, nel discorso di apertura del Forum Strategico di Bled, in Slovenia. “Non possiamo fare finta che la questione afghana non ci riguardi, perché’ abbiamo partecipato a quella missione condividendone obiettivi e le finalità”, ha aggiunto Sassoli.

“Noi siamo vicini ai nostri Paesi membri e dobbiamo trovare modo di proteggerli ma per fare questo abbiamo bisogno di sviluppare una politica di difesa comune che dal 1953 aspetta una risposta, ma se non lo facciamo oggi quando lo faremo?”: ha detto il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli. “Una voce europea forte e comune sulla scena internazionale è più che mai necessaria. L’Europa deve prendere il suo posto, far sentire la sua voce, definire i propri interessi strategici anche nel quadro dell’Alleanza Transatlantica, per poter svolgere un’azione di stabilizzazione, di pace e di sviluppo insieme ai nostri partner in un quadro multilaterale”, ha concluso il presidente del Parlamento europeo.

“È giunto il momento di iniettare nuova energia nel processo di allargamento verso i Balcani occidentali”, ha spiegato il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, nel suo discorso di apertura del Forum strategico di Bled, in Slovenia, avvertendo che “qualsiasi ritardo ed esitazione rischia di fare il gioco di altre potenze”. “Una vera Europa geopolitica dovrebbe iniziare alle nostre frontiere, con i nostri partner, con i nostri amici più vicini. Penso in particolare ai paesi dei Balcani occidentali, verso i quali abbiamo una responsabilità storica. Da Tirana a Belgrado, da Skopje a Sarajevo, da Pristina a Podgorica, i paesi dei Balcani occidentali fanno parte della nostra storia. Condividiamo una comune identità europea”, ha concluso.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Ultimo aggiornamento:

01 settembre 2021 11:21

]]>

Da non perdere