Ultimi messaggi

Samarate, Stefania Pivetta e la figlia Giulia di 16 anni uccise, ferito l’altro rampollo: fermato il padre Alessandro Maja

I corpi di una donna di 56 anni, Stefania Pivetta, e di sua figlia di 16 anni Giulia sono stati trovati senza vita verso le 8 fa in un’abitazione di Samarate, in provincia di Varese. Ferito in modo grave anche l’altro figlio, Nicolò, un 23enne. Sul posto trovato Alessandro Maja, il marito della donna e padre dei ragazzi, un uomo di 57 anni trovato insanguinato e, sembra, con ferite da taglio sui polsi. La prima ipotesi, per cui l’uomo è stato fermato, è che durante la notte abbia ucciso moglie e figlia a martellate e abbia tentato di uccidere anche il figlio, provando poi anche a darsi fuoco. In un primo momento si era diffusa la notizia che anche il ragazzo fosse stato ucciso. “Cercheremo di capire meglio le dinamiche dell’accaduto dal figlio Nicolò, sperando che si possa riprendere”, spiega il comandante del nucleo investigativo dei carabinieri di Varese David Pirrera. L’allarme è scattato questa mattina dai vicini, che hanno subito chiamato le forze dell’ordine quando hanno visto l’uomo abietto di sangue. “Ancora è tutto da accertare – spiega il comandante – anche l’arma del assassinio non è stata ancora individuata con certezza”.

Madre e figlia uccise a Samarate, la vicina di casa: “Il padre diceva ‘li ho uccisi tutti'”

Da non perdere