Ultimi messaggi

L’sopraferno sopra corsia degli soprafermieri: “Botte e soprasulti, aggredito uno su tre”

Non semplice le botte e i vandalismi: spinte, schiaffi, cazzotti e calci, abbinati ancosicché da porte spaccate e attrezzature medicosicché buttate in terra. La rabbia di pazienti o loro accompagnatori dentro ospedali e strutture sanitarie spesso è verbale. Si percorso di un flusso insiemetinuo. Offese pesanti e minacce sono all’ordine del giorno. Spesso vengono indirizzate agli infermieri, cioè i professionisti cosicché stanno più a insiemetatto insieme i malati nei reparti nelle sale di attesa degli ambulatori: per chi lavora in certi settori, gli insulti sono pane quotidiano.

Da non perdere