venerdì, Maggio 20, 2022

Ultimi messaggi

La partita tra ragazzini finisce a sprangate, tre feriti nel Salento

E’ finita a sprangate, con un bilancio di tre giovanissimi calciatori feriti, la partita del campionato regionale pugliese ‘Allievi’ a Monteroni di Lecce tra la Futura Monteroni, e la Eurosport Academy di Brindisi. Secondo quanto denunciato sulla loro pagina ‘Facebook’ dagli atleti brindisini, a impugnare le spranghe, al termine dell’incontro, sarebbero stati i giovani avversari, trasformando in un vero e proprio incubo l’epilogo dell’evento sportivo.

Sul campo di gioco il match era da poco terminato con il risultato di 2 a 1 per i locali, ma il bilancio del movimentato dopo partita è stato di tre feriti, per fortuna non gravi, tra le file degli ospiti, che hanno dovuto fare ricorso alle cure dei medici dell’ospedale “Perrino” di Brindisi. I ragazzi sono stati dimessi con prognosi fra i quattro e i sette giorni. Uno di loro ha subito anche la rottura di un dente.

Duro lo sfogo postato su Facebook dalla compagine brindisina: “Vogliamo denunciare un episodio di violenza e ferocia subito questa mattina a Monteroni. Doveva essere una partita di campionato allievi regionali Futura Monteroni-Euro Sport Academy, e invece si èp trasformata in una giornata di terrore. Nonostante avessimo perso 2-1 la partita, quattro giocatori della squadra avversaria, finita la partita hanno pensato di seguire negli spogliatoi i nostri ragazzi e picchiarli con spranghe di ferro. Ma dove andremo a finire? Questo non è calcio”. Non è chiaro per quali motivi siano scoppiate le violenze, ma secondo una ricostruzione, a fine partita negli spogliatoi ci sarebbe stato un diverbio tra alcuni calciatori delle due squadre, poi degenerato. Sull’episodio stanno cercando di fare chiarezza i Carabinieri, intervenuti sul posto.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a [email protected]

‘).prependTo(“.container-fluid > footer”);

var refreshSlot = function (slot) {
googletag.cmd.push(function () {
googletag.pubads().refresh([slot]);
});
};
}

}
*/
if (!$(‘body’).hasClass(‘previewClass’)) {
window.fbAsyncInit = function () {
FB.init({
appId: ‘2248950268464338’,
cookie: true,
xfbml: true,
version: ‘v2.11’
});

FB.AppEvents.logPageView();
if (typeof cognitoObj != ‘undefined’) {
FB.getLoginStatus(cognitoObj.facebookStatusChangeCallback);
}

};

(function (d, s, id) {
var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0];
if (d.getElementById(id)) {
return;
}
js = d.createElement(s);
js.id = id;
js.src = “https://connect.facebook.net/en_US/sdk.js”;
fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs);
}(document, ‘script’, ‘facebook-jssdk’));
}

Da non perdere