Ultimi messaggi

Commissione Ue, serve una moratoria per fermare l’estrazione degli idrocarburi nell’Artico – Europa

Il Commissario Ue per l’ambiente, Virginijus Sinkevicius © ANSA/EPA

BRUXELLES – “Vogliamo che il petrolio e il gas dell’artico rimangano nel terreno e cercheremo di ottenere una moratoria internazionale a riguardo”. Così il commissario Ue per l’ambiente, Virginijus Sinkevicius, durante la presentazione della comunicazione della Commissione Ue per un Artico pacifico, sostenibile e prospero. Stando alla comunicazione l’Ue è al lavoro su una moratoria internazionale per fermare le attività estrattive, per limitare il surriscaldamento della regione.

“La regione artica si sta riscaldando tre volte più velocemente rispetto al resto del pianeta. Lo scioglimento del ghiaccio e del permafrost nell’Artico accelerano ulteriormente il cambiamento climatico e hanno enormi effetti a catena, non si può attendere ulteriormente”, ha aggiunto Sinkevicius. “L’Ue è impegnata a rendere l’Artico sicuro, stabile, sostenibile e prospero. Sicuro e stabile, attraverso una cooperazione internazionale rafforzata; sostenibile e prospero, garantendo un forte legame tra l’impegno dell’Unione per l’Artico e la nostra politica climatica, il Green Deal europeo e la sua dimensione di economia blu”, ha sottolineato.

Nella comunicazione l’Ue ha annunciato anche l’apertura di un ufficio della Commissione europea in Groenlandia con lo scopo di incrementare la presenza Ue nella regione e per reindirizzare i fondi del Recovery a progetti destinati a guidare la transizione verde nell’Artico e a migliorare la condizione delle popolazioni artiche. Aumentare la presenza nella regione servirà anche a fare fronte alla crescente concorrenza geopolitica delle potenze limitrofe come la Russia o a quelle interessate a nuove rotte commerciali come la Cina.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Ultimo aggiornamento:

13 ottobre 2021 15:58

]]>

Da non perdere