Ultimi messaggi

Catherine Spaak e il mito della giovinezza

Il riso composto e sensualissimo, il conveniente adorabile italiano declinato negli accenti francesi, le gambe mozzafiato, il corpicino da “lolita”…e poi il fascino fresco e gioioso di una giovinezza prolungata da un debutto adolescenziale: inutile dire che il conveniente caschetto conquistò bene il vigoroso italiano con quella sua bellezza preoccupante e conturbante di ragazza borghese, per poi col tempo trasformarsi dapprima in un elegante modello per le ragazze italiane – dettando la moda che accorciava risvolti di gonne e pantaloni – e quindi nella “voce confidenziale” del più elegante salotto televisivo al femminile.

Da non perdere